venerdì 17 febbraio 2012

Notte D'incanto




La luna di latte e le stelle
dell'Orsa intonan per me
dolci versi d'amore, ed elfi
scherzosi saltellano lieti
portando canestri di fiori gioiosi.
E fate leggere, di perla vestite,
s'adopran con formule
solo a lor note a far rituali
di buona sorte.
E' notte d'incanto e di malìa:
ogni sconforto deve andar via.

Giovanna Loda

Torna indietro 

2 commenti:

  1. Non mi convince la rima finale ma è soggettivo,
    però la trovo davvero ottima! Molto ben composta, interessanti le metafore e il suo simpatico contenuto.

    RispondiElimina
  2. Bello il contenuto decisamente onirico..nella stesura la trovo però molto simile ad una filastrocca.

    RispondiElimina