domenica 26 febbraio 2012

Il capitano "Granchio nero"



Restai meravigliato,
guardando senza indugio,
una mappa del tesoro avevo guadagnato.

Mentre me ne andai,
un uomo apparve,
il capitano "Granchio nero" pensai.

Lunghi baffi neri penzolavano,
da sotto un enorme nasone,
occhi truci che ti immolavano,
da quel faccione.

I suoi stivali neri eran vistosi,
come la sua sciabola,
oggetti costosi.

Il peggio era la sua pistola,
si sapeva che lui e lei,
erano una cosa sola.

Lui mi avevo sgruttato,
con occhi torvi,
e io l'avevo supplicato...

Arruolatemi per favore,
dei pirati mi voglio vendicare,
perchè ho scavato per ore,
la tomba alle persone più care.

Nessun commento:

Posta un commento