venerdì 17 febbraio 2012

Calde stelle



Dove sono finite le mie stelle?
Sono cadute nell’infinito vuoto
Per trovare equilibri di spasmodici freni
D’accalorate soste
Di frenetici rotolamenti
Le mie stelle coi loro sensi accesi
E gli occhi chiusi
Le bocche fameliche di niente
I fianchi umidi di notte
E buio caldo
E mi perdo
In quest’oscuro cielo
Cercando le mie stelle

Andrea Leonelli

3 commenti:

  1. anche questa è tra le mie preferite, queste stelle parlano... ottima

    RispondiElimina
  2. Le stelle di Andrea splendono sull'anima.

    RispondiElimina
  3. Resto stupito di te Andrea, eppure il tuo stile si riconosce perfettamente.
    Sinceramente impressionato ;-)

    RispondiElimina