sabato 17 dicembre 2011

Intervista di Connie Furnari




INTERVISTA Presso Occhio Della Dea:

Salve Connie, immagino che avrai sentito parlare di me, io sono Arkavarez ed è un piacere per me avere la tua partecipazione.

-Grazie, è un vero onore per me essere qui, questo blog è fantastico!

Ti ringrazio. Allora, siamo qua per parlare della tua carriera di scrittrice. Questo argomento ci interessa molto, perché vorrei innanzitutto sapere quando e perché hai iniziato a scrivere.
 
-Ho iniziato a scrivere racconti non appena ho iniziato a leggere, perché ho sempre amato moltissimo i libri! Fin da piccola ho capito che scrivendo storie si poteva contribuire a creare un mondo migliore.



Certo che il tuo grande impegno alla fine è stato ricompensato, mi risulta che di recente hai pubblicato un romanzo. Mi racconti della tua esperienza, come sei riuscita a farti pubblicare?

-Ho già pubblicato diversi racconti e poesie, in varie antologie e ho vinto anche alcuni premi letterari a Torino, a Brescia e a Catania. Circa un anno fa, ho spedito il mio romanzo a varie case editrici. Alcune mi hanno risposto subito, proponendomi un contratto a pagamento che ho subito rifiutato. Ho aspettato l’occasione giusta e alla fine è arrivata: ho pubblicato il mio primo libro con una casa editrice free, Edizioni della Sera. Colgo l’opportunità per rivolgermi a tutti gli esordienti: rifiutate gli editori a pagamento, perché è un sistema sbagliato, che premia il denaro e non la vostra opera. Se un editore crede davvero in voi, non vi chiederà mai del denaro. Pagare per pubblicare è come pagare per lavorare, e va comunque a discapito vostro, perché nessuno prenderà in considerazione il vostro libro, sapendo che è stato pubblicato da case editrici a pagamento. Se il vostro romanzo vale, troverete sicuramente un editore che lo pubblicherà gratuitamente!



Stryx Il marchio della strega” è un titolo molto interessante per il tuo romanzo. Mi piacerebbe sapere di cosa parla, immagino che questo “Marchio della strega” abbia un ruolo molto importante nel libro.

-Sì, è la storia di Sarah una potente strega che vive da oltre 300 anni, anche se all’apparenza sembra una normale ragazza liceale. Sarah ritorna a Salem decisa a vivere senza la magia, ma gli eventi la travolgeranno, come l’arrivo della sorella Susan: una strega perversa che ha scelto di passare al lato oscuro. Atroci delitti sconvolgono la città, molte ragazze vengono assassinate e l’unico particolare che le collega è il marchio a S, tatuato sulla spalla sinistra: il marchio della strega. Sarah dovrà salvare se stessa e le altre streghe, e l’unico modo sarà affrontare finalmente il suo oscuro passato, legato ai processi per stregoneria del Seicento e la maledizione che grava su di lei, in una corsa contro il tempo.



Mi parli di più dei protagonisti di questa vicenda, come sono questi personaggi e perché li hai caratterizzati in questo modo?

-Tutto il romanzo è impregnato di metafore sull’emancipazione della donna e sulla guerra tra sessi che dura tutt’oggi. Sarah e Susan rappresentano i modi diversi che hanno le donne di usare il loro “potere”. Sarah è la parte ottimista che c’è in ognuno di noi, con una fiducia smisurata nel genere umano, pronta a trovare il buono in ogni persona.
Susan invece è la nostra parte perversa e il nostro egoismo, affronta la vita con cinismo, vuole soddisfare solo i suoi desideri non badando alla sofferenza degli altri.



Davvero affascinante, e cosa vuoi aggiungere ancora, per i nostri lettori? Cosa troveranno di particolare in questo libro da poterlo comprare nella sicurezza di fare un buon acquisto?

-Credo che il punto forte di Stryx sia il linguaggio moderno e schietto che hanno i ragazzi di oggi. I protagonisti parlano senza censure, in modo diretto, a volte con malizia altre volte con una spontaneità non voluta, proprio come i tipici adolescenti. Si fanno guidare dalle loro emozioni, dalla voglia di avere tutto e subito, trovandosi così spesso nei guai. Non mancano però i momenti di romanticismo e i modi diversi di vedere l’amore: disinteressato, puro, sessuale, travolgente. Le scene d’azione piaceranno molto agli amanti del genere, le strade di Salem sono trappole mortali in cui si disputano notte dopo notte combattimenti, e lotte a colpi di kick boxing.



Credo che il tempo rimasto sia poco, però dovremo aggiungere ancora dei dettagli importanti. Puoi dirci quanto costa e dove potranno i nostri lettori acquistare il tuo splendido romanzo?

-Stryx è disponibile anche on line, senza spese di spedizione, a soli 12,00 euro. Troverete il link nel sito della casa editrice www.edizionidellasera.com e nel blog dedicato al libro www.stryxilmarchiodellastrega.blogspot.com. Nel blog troverete anche maggiori dettagli sulla trama, curiosità, lo stralcio iniziale del primo capitolo, e prossimamente anche fanfiction, articoli dei lettori, affiliazioni e moltissime altre cose!



Molto bene, è stato un piacere parlare con te. Grazie mille della tua collaborazione e buona fortuna per questo libro.

-Grazie a te, Arkavarez per la tua gentilezza. Saluto con affetto tutti i lettori del tuo blog!

Arkavarez

5 commenti:

  1. Che stupende immagini hai messo! Sono molto belle, bravo! Si nota che hai davvero capito il vero spirito di Stryx!... Grazie per l'intervista, mi sono divertita tanto ed è stata molto molto... piacevole. :)

    RispondiElimina
  2. Anchio mi sono divertito, direi che l'intervista sia venuta perfetta ;-)

    Le immagini sono un piccolo omaggio ;-)

    RispondiElimina
  3. Ci metto il mio piccolo impegno quotidiano comunque grazie di cuore dell'apprezzamento ;-)

    RispondiElimina