lunedì 28 novembre 2011

Lucilla Gattini

NATALE 2000 di Lucilla Gattini

La giornata bigia
di corrucciata malinconia
già declina,
imbruna dietro al rettangolo

metallo e vetro che mi separa dal mondo,
nel cielo di uggioso dicembre
 riversa una gamma inaspettata
di tenui soffocati colori:

rosso leggero come filtrato,
rosa smorzato, madreperla
si inarcano verso la collina
poi tutto stinge nel viola polveroso

che prelude la sera,
un’altra notte incombente
sull’asettico ghetto dell’ospedale.


Dichiaro che la poesia è Natalizia e quindi gode di + 5 punti

2 commenti:

  1. l'impressione che ho io è che hai ricostruito una evento specifico della tua vita, forse nel natale del 2000 hai avuto un incidente? Trovo veramente eccezionale lo svilluppo, si legge che è una meraviglia e si capisce molto bene il testo. Trovo il testo un pò triste e malinconico, però è veramente una bella opera! Ottimo!

    RispondiElimina
  2. Una poesia sentita interiormente. Brava!

    RispondiElimina