sabato 8 ottobre 2011

I miei racconti


 
♥●•٠·˙˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙˙˙˙·٠•●♥ ArKaVaReZ♥●•٠·˙˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙˙˙˙.
I MIEI RACCONTI
♥●•٠·˙˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙˙˙˙·٠•●♥ ArKaVaReZ♥●•٠·˙˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙˙˙˙.
 Scrivere secondo me è un pò come una bella donna che si prepara alla sua giornata. Passa mezz'ora davanti allo specchio dell'armadio per scegliersi il vestito, non vuole uscire senza pettinarsi e così si aggiusta il rossetto, le unghie, le sopraciglia e infine si dà un tocco col fondotinta. Per quanto meticolose e piene di revisioni sono le sue cure, una volta uscita e trovandosi davanti alle persone, non si sente sicura. Mille pensieri le affollano la mente, ma questi orecchini vanno bene o sono troppo vistosi? Forse dovevo usare l'altra gonna? Cosa stanno pensando di me?

Mettere a punto un racconto è lo stesso! Ogni parola può essere detta in maniera diversa, ogni volta che si scrive si ha una brutta copia che contiene sempre qualche errore di ogni tipo, il terrore è che dopo la revisione qualcosa ci è sfuggito. 
 
 
I problemi più difficili sono la narrativa e ciò che si sta raccontando e sopratutti come lo si sta raccontando. Ognuno di noi quando legge, svilluppa un opinione del testo e ogni scrittore vuole sempre riuscire in un opinione positiva. Allora si cercano frasi originali, giochi di parole e affermazioni che chiunque le valuti giuste... 

Propio come una bella donna che ha paura di mostrarsi. 

 
Questi racconti sono nella mia cambusa.
La Stiva è un posto poco piacevole per i piu'. 
Topi e ragni sono di casa qui, e chissa' cos'altro.

Scruta nell'oscurita',
troverai le segrete del Vascello:
potrebbero anche non essere vuote...

E magari potresti avere qualche dolce sorpresa.
Buona lettura

2 commenti:

  1. Caro ARKAVAREZ, una bella donna è bella per la sua essenza, per quel che fuoriesce dal suo profondo...come un racconto che fuoriesce dalla profondità di un individuo. Ogni creatura dev'essere vista o letta così, meravigliosa se spettinata o senza trucco, meravigliosa se osservata tra le righe dei suoi ipotetici "difetti". Coraggio!!! <3

    RispondiElimina
  2. Ho problemi a risponderti perchè è talmente vero quello che dici, che quasi non so rispondere. Si, il nucleo di ogni cosa è la sua essenza e nel caso di un testo: l'essenza è ciò che la persona vuole comunicare scrivendo. La scrittura, nata nel paleolitico 30.000 anni fà con i primi graffiti, ha lasciato ancora oggi immutato il suo scopo: raccontare i nostri pensieri.

    E' vero che badiamo molto all'esteriorità, sia nella bellezza fisica di una donna e sia nella forma di un testo, su questo non posso darti minimamente torto.

    Se ti capita di riscrivere, sarei curioso di conoscere il tuo nome o il tuo nick.

    Arkavarez

    RispondiElimina