venerdì 21 ottobre 2011

Armando Carrieri

Mia dolce sirena

Da quando all’oceano
ho diretto la prua,
non vedo un tramonto
o albeggiar sui monti.

Mare in burrasca
e con vele spiegate,
il veliero s’impenna
sull’onde crespate.

Con gli occhi ben svegli
a fissar l’infinito
ove appare dagli abissi
una dolce creatura.

Lei dolce mi guarda,
ne sono estasiato.
anche il vento è svanito
e nel silenzio irreale,
una voce armoniosa
mi fa innamorare.

Mia dolce sirena,
regina dei mari,
non sai quanto ti ho atteso,
quanto sognare.

Aspetta un momento
mia dolce sirena,
lascio il comando
del mio glorioso veliero

e scendo con te
negli abissi del mare.

32 commenti:

  1. Il tema è un profondo amore nostra nostalgico verso il canto della sirena. Infatti secondo varie leggende la sirena costringe gli uomini a buttarsi nel mare per raggiungerle. Questa opera ricostruisce proprio lo stato d'animo di un capitano rimasto estasiato dal suo canto.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. bellissima ...come sempre bravissimo Armando... <3
    ti ho votato ottimo...

    RispondiElimina
  4. grazie Titty..anche la tua è bellissima ma non sapevo si potesse votare anche noi concorrenti..vado da te..baci..
    grazie Arcavarez,il tuo giudizio mi lusinga..
    Armando

    RispondiElimina
  5. anche io ti ho votato,bravo Armando...

    RispondiElimina
  6. Ehm.. Arkavarez mi chiamo ;-) Comunque ho fatto un errore anchio mentre scrivevo il commento (il nostra davanti a nostalgico non centra niente). Hehehehe ;-)

    In ogni caso è piacevole, davvero romantica. Inoltre se ci hai fatto caso siamo l'unici maschi, anche la scorsa volta era un unico maschio in mezzo a otto donne.. ;-)

    Ps: Chiunque può votare, diversamente l'avrei scritto nel regolamento. Si tende solo a chiedere che gli eventuali amici, che quasi per forza di cose vogliono favorire l'amicizia, danno un onesta valutazione anche alle altre poesie (così c'è un equilibrio). Il concorso è diverso da gli altri perchè permette di farsi votare è proprio da un pubblico unanime (meno corrutibile di una giuria).

    Lo scopo è mettersi a confronto con altri artisti della poesia e conoscere le proprie capacità. Per esperienza ti dico che chi ha partecipato una seconda volta è migliorato! ;-)

    RispondiElimina
  7. unico maschioooo!!! ahahaha!!! non ho scampo!!
    Armando.

    RispondiElimina
  8. sei bravissimo ..una poesia stupenda...

    RispondiElimina
  9. L'uomo romantico...che bello, complimenti!
    Il finale mi convince perché nell'immaginario lascia intendere tutto il seguito dopo l'immersione, ma a livello di orecchio e come se si spezzasse bruscamente e trovo sia un peccato.
    Per me una fra le migliori.

    RispondiElimina
  10. grande Armando, sei sempre speciale.

    RispondiElimina
  11. Mi associo ai complimenti :)
    Davvero bella !

    Cristina (BE76)

    RispondiElimina
  12. bravo? riduttivo sei piu unico che raro

    RispondiElimina
  13. Complimenti voto pieno e meritato, bravo Capitano!

    RispondiElimina
  14. Bello bello bello consigliato a tutti, complimenti voto pieno.
    kikkosan.

    RispondiElimina
  15. Complimenti, bellissima poesia!

    RispondiElimina
  16. A te che continui a dare il giudizio scarso devo dire solo che mi lusinga molto il tuo parere,mi sprona a fare sempre meglio..grazie..Armando.

    RispondiElimina
  17. bellissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  18. solo chi ti conosce bene sà quanto vali

    RispondiElimina
  19. bellissima poesia complimenti ... il marinaio ha trovato la sua sirena

    RispondiElimina
  20. SPERO SIA ANCORA UTILE TI HO VOTATO!!!! UN BACIOTTO ZIO.......RACCHI

    RispondiElimina
  21. Voto pieno il massimo per questa poesia !!

    RispondiElimina
  22. Ho messo un commento anonimo a tutti, non mi andava di fare la saccentona, ma leggendo qui preferisco informare che sono stati solo commenti positivi. Brutta bestia la competitività!!! Divertitevi...siamo qui per questo ed eventualmente per imparare e migliorare.
    Per quanto bravi ed impegnati siano i partecipanti, non si è qui per vincere la nomina di miglior poeta a livello nazio o internazionale, e anche se fosse è necessaria l'umiltà. Rilassatevi...ché l'Ego non ci regalerà un mondo migliore, mentre l'animo di un vero poeta è proprio ciò a cui aspira.

    Lara La Barbera

    P.S. Ripeterò questo post ovunque, sul blog, perché questo è proprio qualcosa che tengo a dire!!! Grazie a tutti per essere in questo simpaticissimo spazio creativo (piuttosto che distruttivo).
    <3 Cuoricino :-)

    RispondiElimina
  23. è vero Lara,anchio ho votato in anonimato le poesie che mi piacciono,sai?, i gusti sono gusti,comunque credo che ,come in tutte le cose anche se non si vorrebbe,un pò di competitivià è inevitabile...l'adrenalina fà brutti scherzi.questo è il secondo concorso a cui partecipo e non ti nascondo che mi piac sbirciare la classifica...per il resto,le poesie sono "briciole di cuore" come il titolo del mio primo libro e se contribuiscono a "nutrire" le persone che le leggono,ben vengano...ciao e complimentissimi.. sorriso :-) e <3 cuoricino..ciao Armando.

    RispondiElimina
  24. Certo , è una competività ma sempre sportiva. Siamo in gara e ognuno cerca di superare l'altro ma è anche un punto di incontro. Io con diverse autori ho fatto amicizia e ci si può confrontare con persone che hanno le stesse aspirazioni o capacità. Io fare sti concorsi non faccio che scrivere delle pagine,poi sono le persone che le vivono. Poi vedi che ho maturato molto confrontandomi con le persone che mi inviano i testi. La poesià poi è una cosa che ti arrichisce il linguaggio.

    RispondiElimina
  25. stupendaaaaaaaaaa e veramente bella ma non avevo dubbi baci baci dalle tue nipotine <3 <3 <3

    RispondiElimina
  26. Per la poetica suesposta e narrata, la trovo nella sua semplicità assai efficace. Comunque ne comprendo bene le difficoltà di tutti gli autori di questa concorso, nel cimentarsi in ciò che nella tematica quivi trattata ne hanno trovato ostacolo delle proprie emozioni. Comunque complimenti per la fantasia di tutti, e di te Armando ... seppur di certo ne potresti allargare i tuoi orizzonti. Per quello che dichiara Stefano, presumo che è nella competitività interiore di ciascuno, che nasce probabilmente, un buon poeta di domani. Il confronto dialettico di oggi è crescita esponenziale del Domani, come del resto lo è per me, una mia acquisizione esperienziale nel leggervi ... commentarvi,e tentare nella lettura dei vostri testi, di conoscervi un poco interiormente.Un bacio ad Armando per il proprio componimento, e a tutti voi, poeti impavidi del concorso.

    RispondiElimina
  27. Diciamo che a svillupare la poesia su un tema preciso limita parecchio: un isola tropicale e il mare la scorsa volta e una sirena questa volta..

    Sono temi che non si usano normalmente quindi rende ancora più difficile comporre non avendo punti di riferimento. Un'altra cosa è che le opere escono tutte insieme e quindi è impossibile confrontarsi con le opere prima di scriverle.

    Io stesso mi sono buttato nel concorso per capire cosa si prova. E' molto difficile comporre a comando. Per riuscire a buttare giù il testo bisogna trovare l'ispirazione anche se uno non c'è l'ha. Questo richiede improvvisazione e inventiva perchè sennò finisce come ad alcuni che non riusciti a comporre niente e sono rimasti fuori dalla gara...

    Poi nella vincita vedo che a pochi interessa la poesia a livello oggettivo, la maggior parte dei votanti non si intendono di poesia e semplicemente votano solo l'impressione avuta leggendola.

    La vittoria è effettivamente la popolarità che una persona è riuscita a suscitare con la propria opera.

    RispondiElimina
  28. Dolce come sempre il mio caro zio... Sei fantasticamente profondo in ogni singola parola che esprimi... Stefy

    RispondiElimina