mercoledì 14 settembre 2011

Angela V.

Un mare di emozioni

Il mare di fronte a me,
quanti ricordi custodisce?
Su quest'isola dove mi giri
ci sei solamente tu nelle mie giornate.

Le mie ansie, le mie rabbie,
troppe volte mi sono fermata,
osservando le onde sbattere imperterite.
Un messaggio gridato al vento,
arriverà mai alla persona voluta?

La sabbia tra i piedi,
l'odore salino nelle narici,
tutto mi ricorda di noi.
Ma ora tu non sei più con me,
non ci sarai mai più...
questo fa male, troppo male.

Ma il mare porta con sè
ogni nostalgia. 


2 commenti:

  1. ....mmmmmmm.....nun me piace...

    RispondiElimina
  2. Io e angela V. ci conosciamo anche troppo bene, non mi dilungo sulla nostra relazione.
    La sua partecipazione viene a galla dal fatto di essersi voluta intraprendere in una sfida fuori dal suo contesto. Non è poetessa, ne appassionata di letturatura e ci troviamo di fronte a uno sforzo notevole, io stesso conosco il suo impegno di quattro giorni a realizzare la seguente opera che ora valuto. E' precisa e schietta, che da alito a una sofferenza repressa che si perde fra le onde del mare.

    Un opera che merita e fa meditare di un amore perduto. Un testo che merita la sua attenzione.

    RispondiElimina