mercoledì 14 settembre 2011

Angela C.

Nostalgia di te

Osservo immobile l' alba di un giorno nuovo
con gli occhi pieni di malinconia e mi accorgo
che senza di te ho smarrito la mia via...
come desidererei la tua compagnia!

Intravedo le nostre serene giornate,
mi prendevi per mano e a passi leggeri
andavamo lontano.

Seduti in riva al mare guardavamo i gabbiani
posarsi leggiadri sulla spuma
che avanzava in lontananza...
avverto sempre di più la tua mancanza.

Ritorno indietro nel tempo con la mente,
ricordo tutto perfettamente,
e pensando alla profondità di quel fondale,
nella mia anima di profondo c' è solo la mancanza di te
che eri un punto di riferimento per me.

Contemplo le onde venirmi incontro,
ogni granello di sabbia mi parla di te
che scivolando fra le mie dita mi ricorda
che insieme costruivamo castelli,
quelli eran per me gli attimi più belli.

Adesso dentro al mio petto solo un cuore impetuoso,
in assenza di te il mio cammino è tortuoso.

So che il tuo amore è stato vero e sincero,
ma ora il mio cuore è diventato nero.
Solo il verde dei tuoi occhi mi riporta alla realtà,
avvertendo il frastuono delle onde che avanzano a metà.

5 commenti:

  1. Ricerca ciò che vuoi narrare, nella tua interiorità, non ti dilungare allontanandoti dal tuo sunto iniziale.

    RispondiElimina
  2. Io e angela ci conosciamo bene e il mio parere più sincero potrebbe non essere imparziale a casusa dell'amicizia, anche se tu stessa preferiresti che il mio parere sia invece onesto, lo sarò!

    L'opera qui presente è scritta da una ragazza che non è scrittrice e non è appassionata di letteratura, un contesto in cui l'opera va vista scritta da una persona senza esperienza come poeta, rende molto il fatto che si è impegnata veramente tanto.

    Partendo da questo principio la mia valutazione va sopratutto sul contenuto. Il tema è centrato pienamente e questo è un ottimo punto, inoltre è scritta in rima, cosa che ha reso il testo un esercizio letterario difficile. Il testo è meritevole di una buona valutazione e ricorda un amore lontano associato al mare, ci troviamo di fronte a una poesia piena di vero sentimento.

    RispondiElimina
  3. Arkavarez, sono molto esigente, e le rime di Terzine oppure di quartine in simmetria lasciamole ai secoli passati. Un abbraccio a te e a tutti del sito.

    RispondiElimina
  4. Concetti poesie qua sono relative perchè questo regolamento non lo prevvede, avevo solo specificato poesie e filastrocche senza alcuna limitazione, nemmeno metodi moderni o antichi. Chiunque poteva scrivere, usando ogni regola, anche quella di un HAIKU'. L'unico obbligo era il tema ma tutti sono stati coerenti con esso.

    La tua valutazione è attenta e precisa. La mia poi più che una valatuzione, è stata una presentazione dell'opera. Purtroppo quest'opera non può essere paragonata a opere più esperte, essendo l'autrice alle prime armi.

    E' anche normale che nessuno del concorso sapeva in anticipo quelli che gli altri scrivevano, quindi si sono ritrovati soli con le proprie capacità. Ma il bello è proprio questo! Ognuno è ha usato solo i suoi mezzi e le sue conoscenze ;-)

    RispondiElimina
  5. sei bravissima... mi è venuto da piangere :)

    RispondiElimina